La rivista di Judo Italiano � gratuita

Judo Italiano - La libera informazione - Curiosità e Cultura

Curiosità nel mondo del Judo con particolarei storici e culturali.

Se desideri ricevere per email la nostra Rivista, iscriviti alla NewsLetter


In ricordo del Maestro Tempesta
Curiosita

In ricordo del Maestro Tempesta

Articolo 115 del 24/03/2021

Il Maestro Gennaro Lippiello ci racconta per ricordarci il Maestro Nicola Tempesta qualche aneddoto che potava sapere solo chi lo ha frequentato assiduamente.
Per non dimenticare un atleta, un campione, un uomo.

Siamo al Kodokan Napoli, durante la cerimonia di Riconoscimento del 9° Dan ai Maestri Tempesta e Carmeni, primi olimpionici di Judo (Tokio ’64). Nell’occasione mi chiesero la parola per raccontare alcuni aneddoti su Tempesta, di cui qui di seguito accenno ad alcuni dei più significativi.
“Quado combattete non fate come i ragionieri…non cercate il piccolo vantaggio, ma l’ippon risolutivo…"

1° Aneddoto
Tempesta, nel ’67, organizzò a Napoli un incontro di judo con un’agguerrita formazione svizzera, formata da 10 elementi. Noi perdemmo quell’incontro per pochi punti Judo; cosicché gli svizzeri cominciarono ad esultare, forse un po’ troppo… e il M° Tempesta s’indispettì in po’, s’inalberò… ho usato un eufemismo. Allora, per riscattarci dello smacco subito, il Maestro propose alla Svizzera il Juminuki, ovvero 10 v/s 10, combattendo ad oltranza, fino alla sconfitta di un atleta che, secondo la prassi, sarebbe stato sostituito da un secondo elemento della squadra. Al confronto Tempesta invertì l’ordine della sua squadra e…si presentò per primo: In 9 minuti, da me cronometrati, da solo fece letteralmente fuori tutta la squadra svizzera.

continua a leggere l’intero articolo

judoitaliano su facebook like judoitaliano

Puoi cancellarti dalla NewsLetter cliccando QUI. quando lo desideri.
Nel caso alcuna azione venga intrapresa, continueremo a tenerti informato via e-mail, all'indirizzo fornitoci.

Iscriviti alla Newsletter

person
person_outline
mail
.
Per i dettagli puoi leggere Informativa art. 13 del Regolamento 2016/679 (GDPR)