La rivista di Judo Italiano � gratuita

Judo Italiano - La libera informazione - Editoriale di P. Morelli

Vi propone pensieri, riflessioni, informazioni nel mondo del judo

Se desideri ricevere per email la nostra Rivista, iscriviti alla NewsLetter


Quando pensate di fare judo?
Editoriale

Quando pensate di fare judo?

Articolo 86 del 05/03/2015

Tante volte siete così presi dalle questioni di politica, filosofia, economia, investigazione che vi dimenticate perché siete vestiti con un pigiamino, una cinta più o meno colorata e vi fate sbattere per terra indiscriminatamente.
Ma i judoka cosa devono fare? Il judo. Bravi. Devono fare il judo.
Invece no, passano la maggior parte del loro tempo a parlare delle regole che non sono rispettate, degli arbitri che non sanno arbitrare, degli insegnanti che non sanno insegnare, degli atleti che tutto fanno meno che combattere. Siete costantemente pronti a contestare, solo per contestare non per proporre. Ormai non riuscite più a staccarvi da queste questioni, ogni parola apre subito un discorso e ogni discorso aperto è una serie di sentenze, di improperi e via dicendo….Poi, non soddisfatti prendete di mira alcune persone. Molto probabilmente perché non conoscete la loro storia o semplicemente perché vi è antipatico un consigliere piuttosto che un altro.
Di questi ultimi tempi, qualcuno, sta prendendo di mira il Maestro Franco Capelletti e dice di tutto, senza conoscerne la storia, senza sapere quale peso a livello internazionale possa avere.

Il Maestro Capelletti, nel bene e nel male ha attraversato 40 anni della storia del judo italiano e internazionale e ha messo sempre la propria faccia a garanzia di ogni progetto che ha portato avanti; tra l’altro, si è sempre reso disponibile ogni volta che c’era un’emergenza e doveva tappare i buchi lasciati dagli altri.

Oggi è un apprezzato nono Dan del judo e l’IJF scrive di lui per presentarlo come membro della Hall of Fame: Franco Capelletti è uno dei nomi più lodati del judo italiano, ha vissuto una vita per il judo e grazie alla sua esperienza e alla sua conoscenza è consulente tecnico per l’IJF e Vice Presidente della dell’UEJ.
Il rinomato 9 ° Dan (Kyudan) è anche il direttore della Commissione Kata e Commissario Europeo dell’istruzione per l’IJF.
Ancora oggi mantiene un forte collegamento con il livello di base del judo e come presidente del suo club, il Judo Club Capelletti che ha creato nel 2002, è molto rispettato. Capelletti ha formato diversi bravi insegnanti nel suo club, tra i quali il figlio Fabio.

 

Ho sentito molte persone, specialmente in questi ultimi tempi, parlare del Maestro Capelletti e dire cose che hanno ascoltato da altri senza sapere di cosa stessero parlando.

 

Il Maestro Capelletti è un vero “signore del judo” e sa quando dire o fare una cosa o meno, come sa quando è il momento di assumersi le responsabilità o di mettersi da parte per lasciare spazio ai giovani. Ma Franco Capelletti è l’unica figura che possa degnamente rappresentarci a livello internazionale e in questo momento, più che mai, è l’unico che può condurre le nostre nazionali in giro per il mondo. Vero è che non possiamo pensare di andare avanti sempre grazie a qualcuno che si assume la responsabilità delle cose lasciate a metà dagli altri.

 

È arrivato il momento di programmare e di indicare nuove leve che inizino a studiare da allenatori, da dirigenti e da tecnici perché il futuro non è poi così lontano. Personalmente, comunque, credo sia ora di farla finita con il “pettegolezzo andante” perché è tempo di fare le cose.
Abbiamo una sola Federazione e a questa dobbiamo dare tutto il nostro contributo perché diventi sempre più forte.
Io mi auspico che la nostra direzione tecnica ci sveli il suo programma interamente e ci faccia, finalmente, praticare in pace il nostro judo. Voi siete ancora lì a parlare? Iniziate a fare Uchi Komi che è meglio.

judoitaliano su facebook like judoitaliano

Puoi cancellarti dalla NewsLetter cliccando QUI. quando lo desideri.
Nel caso alcuna azione venga intrapresa, continueremo a tenerti informato via e-mail, all'indirizzo fornitoci.

Iscriviti alla Newsletter

person
person_outline
mail
.
Per i dettagli puoi leggere Informativa art. 13 del Regolamento 2016/679 (GDPR)