La rivista di Judo Italiano � gratuita

Judo Italiano - La libera informazione - Articoli anche vostri

Proponiamo articoli di gare, atleti, avvenimenti, aperti a qualsiasi collaborazione

Se desideri ricevere per email la nostra Rivista, iscriviti alla NewsLetter


Articoli

"Patrizi e Plebei dei Dan" di Silvano Addamiani

Articolo 118 del 14/01/2020

Mi rivolgo a voi tutti, maestri di judo o arbitri del medesimo, non avete prestato molta attenzione a cosa è accaduto in questo periodo; al judo agonistico per intenderci, quello in cui ora si parla sempre e solamente nel dojo o in gara, del judo nostro insomma, quello di cui siamo stati titolati dalla nostra Federazione, non se ne parla più, si parla solo di quello elaborato da alchimie futuristiche o politiche, non di quel judo che sembra semplice ma che dopo una vita ti accorgi, che forse ti converrebbe ricominciare. Si proprio il judo di tutti i giorni, che nell’anno delle Olimpiadi, ricomincerà, speriamo, a parlare con tutti, liberamente con la sola veste della tecnica. Questo evento traumatico, vi ha lasciato indifferenti mi sembra, almeno dalle risultanze in nostro possesso. Quando c’è l’opportunità di poter esprimere un pensiero tecnico al di fuori della vostra palestra sembra che assumiate le fattezze di zio paperone tutto proteso a godersi egoisticamente delle sue “conoscenze tecniche”infischiandosene di quello che lo circonda. Amici miei non è più così, non è più il tempo di certi atteggiamenti, perché non vi proteggono ne vi evolvono come insegnanti pretenziosi di DAN , non siete più degli insuperabili maestri di una volta, gli allievi vi guadano e la tecnologia offre loro moltissime opportunità di raffronto. Le conversazioni, i seminari, le prove pratiche, e talvolta anche lo studio servono per essere attuali e moderni. E se si vuole avere qualche ambizione di successo tecnico occorre conoscere assolutamente il nuovo e saperlo valutare.
L’ignoranza della conoscenza è stata la gramigna che si è inserita nel nostro sport, cerchiamo di sradicare questa pianta che uccide chi l’avvicina, il sistema è semplice e si chiama
”PARTECIPAZIONE”

judoitaliano su facebook like judoitaliano

Puoi cancellarti dalla NewsLetter cliccando QUI. quando lo desideri.
Nel caso alcuna azione venga intrapresa, continueremo a tenerti informato via e-mail, all'indirizzo fornitoci.

Iscriviti alla Newsletter

person
person_outline
mail
.
Per i dettagli puoi leggere Informativa art. 13 del Regolamento 2016/679 (GDPR)